Come comportarsi con una persona con disturbi alimentari 🍔 🥗

Le persone affette da disturbi alimentari spesso non ricevono la giusta attenzione e l’assistenza medica di cui hanno bisogno, e vengono invece trattate come se la loro condizione fosse un semplice scatto d’ira. In questo articolo vediamo come aiutare una persona che soffre di disturbi alimentari.

Come aiutare una persona con disturbi alimentari

Se siete preoccupati per il benessere di una persona a voi cara (che sia un famigliare o una persona a voi molto vicina), è essenziale che la motiviate a farsi curare il prima possibile per darle la massima opportunità di guarire.

Tuttavia, il trattamento non è l’unico modo per recuperare, e ci sono altri metodi che potete utilizzare per contribuire alla sua guarigione, nonostante il vostro legame. Quindi, come si può aiutare una persona che soffre di disturbi alimentari?

Innanzitutto, bisogna mostrare il proprio sostegno può significare qualsiasi cosa, dall’offrire un abbraccio confortante a fare la spesa insieme, fornire assistenza durante i pasti. Ogni persona ha esigenze diverse, quindi questi sono solo alcuni suggerimenti che possono essere utili. Inoltre, una delle azioni più importanti che potete fare per aiutare una persona che soffre di disturbi alimentari è prendervi cura di voi stessi per essere di supporto alla persona cara.

Nel prossimo paragrafo vi forniamo alcuni consigli su come aiutare una persona che soffre di disturbi alimentari e affrontare al meglio qualsiasi situazione.

Come aiutare una persona che soffre di disturbi alimentari

Il modo migliore su come aiutare una figlia o una persona che soffre di disturbi alimentari è creare un ambiente favorevole al suo miglioramento. In che modo?

  1. Essere di supporto: per sapere come aiutare una persona che soffre di disturbi alimentare è sicuramente essergli di supporto. Ciò significa non giudicare, essere comprensivi e aperti all’idea del trattamento. È anche importante evitare di criticare il disturbo alimentare o di fare pressioni per migliorare.
  2. Aiutare la persona cara a trovare un trattamento: cercate di convincere la persona a voi cara ad accettare il trattamento. Se il disturbo alimentare non venisse trattato, potrebbe essere necessario convincerlo ad accettare il trattamento senza dirgli cosa comporta. Questo può essere difficile, ma tuttavia è una delle scelte in cui può essere necessario. Se la persona nega il trattamento e si rifiuta di farlo, consultate un professionista affinché possa esservi d’aiuto.
  3. Essere consapevoli dei fattori scatenanti: un altro fattore di come aiutare una persona che soffre di disturbi alimentari è essere consapevole di eventuali situazioni o parole dette che possono scatenare nella persona comportamenti o abitudini autodistruttive.
  4. Essere di supporto durante i pasti: per evitare un ulteriore nervosismo, assicuratevi di avere tutti gli ingredienti per il pasto previsto. Se la persona che state cercando di aiutare ha difficoltà a fare la spesa a causa dell’ansia per elementi come i dati nutrizionali, proponete di fare la spesa al posto suo o di andare insieme per offrire assistenza.
    Inoltre, chiedete cosa può essergli utile durante i pasti; per esempio, tra le tecniche che hanno aiutato sono la televisione o la radio, colorare tovaglioli di carta, risolvere un puzzle o chiacchierare. Stilate insieme un elenco di metodi di distrazione da utilizzare quando ci si sente sopraffatti; questi potrebbero essere utilizzati anche in altri momenti, non solo durante i pasti.
  5. Socializzare: Se volete sapere come aiutare una persona che soffre di disturbi alimentari è socializzare. Generalmente le persone affette da questo disturbo tendono a isolarsi per cui può essere necessario uno sforzo maggiore per farle sentire parte del gruppo e impedire che si isolano completamente.
  6. Gestire le situazioni difficili: Le persone affette da disturbi alimentari possono manifestare un comportamento diverso da quello tipico. Chiedere aiuto il prima possibile è la cosa migliore che si possa fare anche se può essere difficile specialmente quando l’altra persona è contraria. Non è raro che diventino emotivi o arrabbiati e che dicano cose poco carine quando sono in difficoltà.

    Per rendere queste situazioni più facili da gestire e impedire che la situazione peggiori, ci sono alcune cose da ricordare. Come, per esempio, sarebbe opportuno fare un passo indietro e discutere quando tutti si sono calmati. Valutate cosa fare per garantire la sicurezza vostra, del vostro familiare e di tutti i presenti, e agite di conseguenza. Sarebbe opportuno fare un passo indietro e discutere quando tutti si sono calmati.

    Valutate cosa fare per garantire la sicurezza vostra, del vostro familiare e di tutti i presenti, e agite di conseguenza. Quando le acque si sono calmate, prendete qualche momento per voi stessi. Fate sapere alla persona amata che non la ritenete responsabile della sua reazione, ma che avete bisogno di andare in un altro spazio per contattare un amico o di fare una passeggiata per prendervi cura della vostra salute mentale. In questo modo dimostrerete che li amate, ma che capite anche l’importanza di essere gentili con voi stessi e vorreste che loro facessero lo stesso.

Questi sono solo alcuni consigli su come comportarsi con una persona con disturbi alimentari, tuttavia contattare un professionista è la soluzione migliore per trattare al meglio questa malattia. E voi quali metodi adottate?

OffertaBestseller No. 1
DCA: disturbi del comportamento alimentare. Manuale per operatori, insegnanti,...
  • Editore: Carocci
  • Autore: Umberto Nizzoli , Claudio Colli , Chiara Covri
  • Collana: I manuali
  • Formato: Libro in brossura
  • Anno: 2007
OffertaBestseller No. 2
OffertaBestseller No. 4
Bestseller No. 7

Lascia un commento