“Yahoo Answer”…le domande più bizzarre del web grazie a Marco Capretti, di Made in Sud!

00012 Oggi cari lettori ospiteremo uno degli intrattenitori, comici, cabarettisti e presentatori più in auge! Marco Capretti conosciutissimo per le sue interpretazioni: Made in Sud, su Rai 2.

L’italia oggi più che mai ha bisogno di una “sana risata” che possa riuscire ad esorcizzare il male che dilaga imperterrito…ma con Marco Capretti è possibile trascorrere qualche ora in assoluto relax…tutti i martedi, appunto su Rai 2!

Marco muove i suoi primi passi nei villaggi turistici, frequenta seminari teatrali , corsi di recitazione fino ad approdare al teatro comico e al cabaret.

Quando hai cominciato a seguire questa passione? 

Da ragazzo nei villaggi turistici, ricordo quanto mi piaceva far ridere il pubblico, una vera botta d’adrenalina!

Poi il ritorno a Roma la scuola di recitazione, i master, le prime serate…..e poi il resto lo sapete!

 

 Cosa ti spinge a continuare?

La pazzia di chi come me ama la comicità, l’essere sempre Peter Pan ti fa apprezzare la vita da un punto di vista decisamente positivo,

io dico sempre “diventerò serio il giorno che diventerò vecchio!”

E comunque fare il comico è sempre meglio che lavorare! 🙂

Il tuo primo giocattolo da bambino, qual è stato e quale pensiero ti viene in mente ricordandolo?

Assolutamente si , era un pupazzetto dell’ uomo ragno il mio eroe preferito (guarda caso quello che nei combattimenti dice le battute!),

si e’ rotto tante di quelle volte che mio padre non sapeva più come fare a ripararlo.

MARCO-CAPRETTI-3La prima parola che dici “a voce alta” appena sveglio?

“Ammazza che sonno”…..questo dico sempre, seguito da : ” ma ce la farò ad arrivare alla fine della giornata?”….ma poi ce la faccio sempre

 Ringrazieresti qualcuno in modo particolare?

Si, tante persone che mi hanno voluto bene e che mi hanno fatto bene, sarebbe davvero ingiusto citarne solo uno,

ma sono davvero tanto riconoscente, per la pazienza, il sacrificio, l’amore, la disponibilità che ho ricevuto.

Se sono quello di oggi è grazie a voi tutti, spero di aver dato il massimo per contraccambiare.

Cosa non rifaresti “mai” se potessi tornare indietro?

Gli errori contribuiscono alla formazione di ogniuno di noi, ogni “cavolata” è un tassello , una crescita….va bene cosi,

sono Marco grazie ai miei meriti e alle mie cavolate e mi sto bene così.

Mamma e papà, quanto hanno influito sulle tue scelte da adulto?

Da adolescente mio padre mi dava il tormento, ma se sono cresciuto con sani principi e grazie a lui , mia madre era fantastica mi ha sempre detto di si era la classica “mamma d’altri tempi”,

mi manca da morire.

In età adulta direi di no hanno seguito le mie scelte, anzi ormai mio padre è il mio prima fan!

 La tua città d’origine qual è e cosa ricordi di lei?

Roma, la mia città, fantastica nelle sue contraddizioni, bella e caotica, romantica e coatta, ricca e misera…..l’amo profondamente e ne conosco le chiavi,

ma il mio mestiere mi ha insegnato ad essere cittadino di tutti, di apprezzare anche usi e costumi di chi mi ospita, ad esempio sono quasi tre anni che lavoro a Napoli e sono

felice di aver scoperto un’altra fantastica città come fantastici sono i napoletani!

Un pensiero a……………………

A tutte le persone mi scrivono sui social, mi mandano mail e mi fermano per la strada…. sappiate che apprezzo davvero tanto il vostro affetto.

Il solo pensare che una persona con l’idea di farmi un complimento accende il suo smartphone , apre l’applicazione, mi cerca e pensa a quello che deve scrivere,

mi fa venire i brividi è troppo bello!!! Spero di contraccambiare con tante risate quanto siete carini con me.

Ultimo progetto?

In questo sono un po scaramantico, vi dirò più in là quando lo vedrò concretizzato, per ora vi aspetto tutti i martedi su Rai 2 con Made in Sud!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *