Umberto Tozzi: un bellissimo concerto, troppo breve per gli ingordi di buona musica

UMBERTO TOZZI - Ph. Valeria C. Giuffrida - www.valeriagiuffrida (8)

Articolo de La Benny

Zafferana Etnea (CT) –  Il concerto di Zafferana di Umberto Tozzi è aperto da “Donna amante mia” un la perfetto per una serata che si tinge subito di buona musica.

UMBERTO TOZZI - Ph. Valeria C. Giuffrida - www.valeriagiuffrida (9)

Tozzi, inizia a snocciolare una dopo l’altra le perle della sua carriera e dopo pochi minuti ti rendi conto che tutto l’Anfiteatro Falcone e Borsellino canta, ma soprattutto inizi a pensare a quante sono le canzoni che hanno costellato la sua carriera.

Inesorabilmente pensi a  quanti anni hanno i vari brani, che non sono minimamente scalfiti dal tempo, ma anzi dimostrano ancora una volta una cosa palese, ovvero che le cantiamo tutti e che tutti ne conosciamo le parole, nonostante siano passati 30/40 anni. Diremo lo stesso, un giorno, delle canzoni di oggi? Non credo.

Così tutto l’Anfiteatro canta con Umberto da Gloria a Tu, passando per Gli altri siamo noi o Gente di mare.

UMBERTO TOZZI - Ph. Valeria C. Giuffrida - www.valeriagiuffrida (6)

Il tempo vola inesorabilmente e il concerto risulta estremamente breve, troppo breve.

D’altronde è sempre tutto molto veloce quando ci si diverte.

Rimane un po’ di delusione quando ci si rende conto che non è previsto un bis, ma basta fermarsi un attimo per rendersi conto che Tozzi i bis li ha cantati tutti durante il concerto.

Sicuramente, vista la carriera dell’artista, non sarebbe mancato materiale, ma in ogni caso sarebbe stato sempre troppo poco.

Auspichiamo un ritorno a breve di Tozzi in Sicilia per altri concerti.

 

UMBERTO TOZZI - Ph. Valeria C. Giuffrida - www.valeriagiuffrida (3)

 

Articolo di Valeria C. Giuffrida

Queste mie parole non sono previste, in realtà, questa volta, come molte altre, avrei dovuto fermarmi alle fotografie, ma come si fa a resistere?  E’ impossibile non mettere nero su bianco, quello che a noi, addetti ai lavori/pubblico, è arrivato dal concerto di Umberto Tozzi.

Chiariamo subito che, per una serie di coincidenze inenarrabili questo è il mio primo concerto di Tozzi, in 25 anni che faccio questo lavoro. Stava per saltare anche questo, invece, per una volta il fato si è girato per il verso giusto e così mi ritrovo a seduta ad ascoltare quell’artista meraviglioso che è Umberto Tozzi.

Elise Semprini
Elise Semprini

 

Di colpo mi vengono in mente tutte le musicassette che ho logorato nel tempo e conservo ancora adesso gelosamente, nonostante siano decisamente inutilizzabili da anni.

Mi vengono in mente tutte le volte che ho ascoltato “Perdendo Anna”, che ho sempre amato alla follia e che per fortuna, Umberto, ha cantato.

Daniele Leucci
Daniele Leucci

 

Scende anche il brivido alla schiena quando arriva “Qualcosa qualcuno” una delle mie passioni da sempre, così come tante altre.

A Zafferana, praticamente, sono salita su una giostra, fatta di musica, bella musica, canzoni, suoni, parole, ricordi, tanti ricordi.

La mia adolescenza, la prima macchina con le cassette di Tozzi sempre presenti ed alto volume e tenuto conto che si parla di una 500, si può ben comprendere il rimbombo all’interno.

Tantissime emozioni bellissime, che porterò con me e che mi auguro di rivivere al più presto, chiedendo ad Umberto, da sua ingorda fan, un concerto più lungo, perché, come dire, non se ne ha mai abbastanza

Umberto Tozzi sul palco è stato accompagnato da Elise Semprini ai Cori e Violino, Daniele Leucci alle percussioni e Gianni Vancini al Sax e Kayboards.

Gianni Vancini
Gianni Vancini

Il concerto di Zafferana, rimarrà sicuramente negli occhi e nel cuore dei fans. Questa pandemia ci sta, sicuramente, togliendo tantissimo, ma con l’idea di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno, ci sta regalando dei concerti intimi, che difficilmente dimenticheremo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *