Simona Di Mauro e l’arte del Make up!

SIMONA_DI_MAURO_-_PH._ANGIE_FOUND_2Simona di Mauro è una bravissima make up artist.

Entriamo,pertanto, nell’arte del make up, dalla porta principale, ci faremo raccontare come nasce la sua passione per il trucco e, anche, perchè no, ci faremo dire che cosa l’ha spinta verso la voglia di fare tutti più belli.

Com’è nata la tua passione per il make up?
Sin da bambina amavo il meraviglioso mondo dedicato alla bellezza.
Ricordo che negli anni ottanta la mia nonna materna mi portava sempre a curiosare tra i banchi delle più famose case cosmetiche della Rinascente, ed alla sera rincasavo estasiata dalla visione di tutti quei cosmetici che definivo “meraviglie colorate”. Era già scritto nel mio destino che un giorno mi sarei occupata di make up a livello professionale.
Una volta diventa make up artist, rispetto alla tua persona, il trucco cosa è diventato per te? 
Considero il trucco un “rituale del se”, un attimo dedicato a me stessa che ripeto ogni giorno sperimentando sul mio volto formule e cromatismi diversi, quasi come fosse un vero e proprio gioco ludico.
Cos’è il trucco oggi nel 2015, una maschera, un miglioramento del nostro aspetto o semplicemente il modo migliore per proporsi agli altri?
Un vero e proprio alleato di bellezza.
Diventa maschera per infondere maggior sicurezza a chi non ne ha.
Ha la finalità di migliorare l’aspetto di chi lo indossa, e se realizzato in maniera congrua di sicuro è un valido aiuto per proporsi agli altri in splendida forma
Qual è la tendenza trucco per l’ estate 2015?
Una pelle perfetta sublimata da un’abbronzatura sunkissed, tonalità marine come il blu ed il turchese sulle palpebre, e colori pop per mani e labbra rigorosamente in sintonia.
Qual è il tuo sogno nel cassetto come make up artist?
Realizzare una linea cosmetica che possa offrire a tutte le donne il giusto connubio tra qualità, prezzo e facilità di stesura.
Nell’era dell’apparire, quanto è importante per una make up artist, il proprio aspetto, nel porgersi alla cliente? 
A mio avviso l’aspetto del make up artist deve essere ben curato ma poco eccentrico. Presentarsi dinanzi ad una cliente con mise troppo colorate e stravaganti, rischia di mettere in imbarazzo la persona che ha scelto di rivolgersi al truccatore per migliorare il proprio aspetto. E’ giusto che la vera “primadonna” sia la cliente finale e non chi opera su di essa.

Che rapporto c’è tra gli uomini ed il make up nel 2015?

Sempre più uomini si approcciano con fiducia al make up, prediligendo trucchi che lavorino in trasparenza, puntando soprattutto a primer incolore capaci di tenere sotto controllo gli eccessi di sebo durante la giornata, ciprie opacizzanti e correttori anti fatica per ottenere uno sguardo fresco e riposato anche dopo aver fatto le ore piccole.
C’è un artista in particolar modo che ti piacerebbe truccare?
Ci sono due bellezze italiane totalmente agli antipodi che avrei il piacere di truccare:
la prima è Luisa Ranieri, bellezza dal fascino mediterraneo intrisa di garbata sensualità che vorrei truccare in modo sublime, quasi come un capolavoro greco, e la seconda è Cristiana Capotondi per trasformare la sua allure candida ed innocente, in una donna dall’animo rock glam.
www.valeriagiuffrida.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *