Non tutta la musica si ferma. Gazzè, Diodato e Silvestri live nell’estate 2020

silvestri - gazzè - diodato - www.lesfemmesmagazine.it

Non tutti hanno deciso di fermarsi e rimandare i loro live al 2021. In molti hanno pensato alle maestranze ferme per un anno, che sono coloro che avrebbero pagato il prezzo maggiore all’astinenza da live.

Ecco che Diodato, Max Gazzè e Daniele Silvestri annunciano le date dei loro live.

Certo ci saranno tutte le ristrettezze del caso, ma l’importante è non fermare la musica.

DIODATO - Ph. Mattia Zoppellaro - www.lesfemmesmagazine.it

Dopo alcuni mesi in cui il mondo sembra essersi fermato, si torna a respirare l’arte, a dialogare tra di noi con nuovi codici e DIODATO, che avrebbe avuto in primavera dei live a Milano e Roma, ha deciso di portare dal vivo il suo nuovo album “Che vita meravigliosa”.

 Nascono così cinque appuntamenti nuovi e inediti, fuori programma che vedranno DIODATO suonare dal vivo in alcuni posti straordinari, nel rispetto delle regole attuali.

 «Ho pensato tanto al momento in cui ci saremmo ritrovati – racconta Diodato. Ho pensato a tutti voi che in questi mesi mi avete scritto cose bellissime, che mi avete raccontato le vostre storie, che avete fatto di tutto per farmi sentire speciale e siete riusciti ad alleviare la solitudine. Ho pensato ai miei amici, ai miei compagni di viaggio, professionisti che da anni mi permettono di dare il meglio su un palco e che sono stati tra i più colpiti da questa situazione. Ho pensato al giorno in cui saremmo tornati ad essere un corpo unico, capace di raccontare quanto tutto questo sia importante per una società libera, sana, felice. Ho pensato che questa estate potesse essere il momento giusto per tornare a guardarci negli occhi e provare a ripartire. Tornerà la vita di prima, quella in cui potremo ammassarci in un club, stringerci e urlare in uno stadio, mischiarci, ma quel giorno, forse, sarà ancora più bello ricordare questi primi passi fatti insieme.  E allora ecco le nostre occasioni speciali, concerti che saranno figli di questo tempo, certo, ma che porteranno in ogni nota, in ogni gesto, in ogni istante, tutta la consapevolezza, tutto il bagaglio di un vissuto che, mai come in questo momento, potremmo definire comune.  Concerti di un’altra estate, appunto. Che in questa estate e in quell’orizzonte io ci credo ancora».

 Queste le date dei “CONCERTI DI UN’ALTRA ESTATE”:

il 4 luglio un concerto pomeridiano in Valle d’Aosta a oltre 2mila metri di altitudine al Musicastelle Outdoor,

il 25/26/27 luglio alla Cavea – Auditorium Parco della MusicaRoma e

il 4 agosto un concerto all’alba all’Indiegeno Fest – Teatro di Tindari.

Max Gazzè - Ph da fb gazzè - www.lesfemmesmagazine.it

Anche Max Gazzè, come già detto, decide di non fermarsi e supporta l’annuncio con una foto con i suoi musicisti.

“Ero un musicista pieno di sogni nel cassetto quando nel 1994 ho conosciuto quel folle visionario di Francesco Barbaro e da allora OTR è diventata la mia seconda casa e la mia famiglia.
In quasi 30 anni insieme abbiamo condiviso mille esperienze e idee.
Oggi voglio che la sua battaglia per non fermare la musica diventi anche la mia.
Ho deciso di rimandare di un paio di mesi la registrazione del nuovo disco, di rinunciare ai cachet standard dei grandi live per ridare la dignità del lavoro a chi è fermo.
“Scendo in palco” per 1000 posti a sedere insieme a coloro che da anni mi accompagnano e senza i quali non esisterebbero i concerti, dai musicisti allo staff che lavora dietro le quinte.
Ripartiamo dopo i minuscoli locali degli inizi, i club, i teatri, l’Arena di Verona, le Terme di Caracalla e i grandi festival, ripartiamo per far sì che questo piccolo spazio diventi una cosa grande per tutti.
Non dimentichiamoci di quello che una musica può fare!”

Gazzè terrà i suoi concerti nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, il 2, il 3 e il 4 luglio.

Daniele Silvestri - www.lesfemmesmagazine.it

Ultimo, ma solo in ordine di tempo, arriva l’annuncio delle date di Daniele Silvestri, che si appresta a precisare che il calendario è in aggiornamento.

“Ebbene sì. Si suona.
Con serietà ovviamente, ma anche con entusiasmo, in questa strana estate…si suona!
Quasi impossibile immaginarlo anche solo un mese fa. E sicuramente sarà diverso, più complicato, anomalo.. Sarà una sfida. E proprio per questo sarà forse più emozionante, probabilmente irripetibile. Fatto sta che non vedo l’ora.

Non riesco a immaginare come riusciremo a contenere i sentimenti con cui ci apprestiamo – finalmente – a ricominciare.
In questo periodo sembra esserci ogni giorno qualcosa che riparte, qualcosa che ricominciamo a fare.. E allo stesso tempo continuamente ci chiediamo, nel ritrovare o nel rinnegare certi comportamenti, quale sia davvero #lacosagiusta.
Cose che davamo per scontate fino a pochi mesi fa dubitiamo possano tornare mai più, oppure diventano improvvisamente emozionanti (ri)conquiste. E ora anche la musica dal vivo è tra queste.

E ringrazio chi ci ha creduto e non si è fermato davanti agli ostacoli, chi ha alzato la voce – come la “nostra” OTRlive – quando altri volevano rinunciare.
Ci sarebbe tanto da dire su quello che questi mesi terribili hanno provocato, nel male ma anche nel bene. Un settore che ha pagato (e pagherà ancora) un prezzo altissimo, sta però anche provando a cogliere l’occasione per riformarsi e rinnovarsi. Succede in questi giorni, in queste ore. E senz’altro avremo modo di parlarne.

Intanto, quello che pubblichiamo oggi è solo l’inizio di un calendario in divenire, che finirà per essere anche piuttosto fitto, nonostante tutto. Ma anche così è già una gioia immensa sapere di poter tornare a fare il nostro mestiere, come è un grande orgoglio che un bel po’ di lavoratori tornino a respirare – liberamente e dignitosamente – insieme a me. Insieme a noi.
Condividere è come vivere..di più.”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *