Intervista a Silvia Busuioc attualmente nelle sale con “The Snowman – L’uomo di neve”

silvia busuioc (6)

silvia busuioc (5)Lei è Silvia Busuioc, attrice internazionale, attualmente nelle sale col bellissimo film “The Snowman – L’uomo di neve”. Silvia è moldava, alle spalle una carriera di ballerina e modella, poi arriva in Italia ed inizia la sua carriera di attrice, ma lasciamo che sia lei a raccontarci tutto il resto. Buona lettura

E’ appena uscito “The Snowman – L’uomo di Neve”  diretto da Tomas Alfredson dove tu reciti accanto a Michael Fassbender, Rebecca Ferguson  e il premio oscar JK Simmons. Qual è il tuo ruolo?

Il film e’ un thriller, con in mezzo un serial killer, il mio personaggio e’ abbastanza misterioso, bisogna guardare il film per capire quale sia la sua vera posizione all’interno della giallo. Un piccolo indizio, non bisogna dare per scontato il rapporto tra lei e la madre interpretata da Irina Kara, la sua figura sarà molto importante.

Silvia Busuioc in The Snowman film Still

 

Avete girato in Norvegia, in un clima non certo affabile e dovendo affrontare delle scene di azione, visto che il film si ispira al romanzo di Nesbo, quali sono state le maggiori difficoltà che hai incontrato durante la lavorazione?

Sicuramente la bassa temperatura ci teneva, sul set, tutti molto svegli. Ricordo benissimo il primo giorno di riprese,si dovevano girare le scene all’ aperto, con -17°, non è stato facile,però guardando tutti i paesaggi attorno, tutta quella bellezza e la neve che ci portava in un’altra dimensione si affrontava con più facilità qualsiasi tipo di temperatura.

silvia busuioc (3)

 

Altro tuo progetto importante è “Gotthard” diretto da Urs Egger, il film che verrà trasmesso in due puntante racconta la storia vera della vita dei minatori che hanno costruito il Tunnel di San Gottardo. Tu interpreti un ruolo difficile, ma nel contempo moderno, visto che stiamo parlando della fine dell’800, quello di una donna che per anni pretende di essere considerata un uomo per lavorare in miniera. Come ti sei approcciata a questo ruolo?

Ho adorato lavorare per “Gotthard” e Leo – il mio personaggio,  e’ una ragazza da ammirare per il suo coraggio. Dopo la morte del fratello, pretende di essere un maschio e cerca lavoro in miniera, accanto agli altri uomini. Cosi poteva aiutare la sua famiglia a sopravvivere alla fame. All’epoca si pensava che le donne in miniera portavano sfortuna, la realtà è che sia in passato che oggi, le donne sono giudicate secondo i vecchi stereotipi e le tradizioni che già dalla nascita ti dettano cosa significa “essere donna” e cosa prevede questo ruolo. Leo, invece, ha avuto il coraggio di capovolgere quei preconcetti.

Devo dire che anche se era un ruolo molto drammatico, mi sono divertita tantissimo e ho giocato tanto già nella preparazione: per mesi mi sono vestita con i gli abiti dei miei amici maschi, facevo “il cavaliere” quando ero in compagnia delle mie amiche, non mi truccavo, ho tagliato i capelli cortissimi ed e’ stata anche una mia liberazione personale esplorare questo personaggio. Sono davvero grata per questa avventura.

silvia busuioc (1)

Attualmente sei sul set diretta da Gregor Schnitzeler, cosa ci puoi anticipare di questo ruolo?

“Bella Germania” prodotta da Bavaria Film, e’ una mini serie in tre puntate, che racconta la storia di una famiglia italiana, una storia che si svolge tra anni 50′-70′ e anche momenti del presente. Il mio ruolo e’ Giulietta, le protagonista di questa storia d’amore, famiglia, tradizione, ma anche immigrazione, e sopratutto emancipazione personale per seguire i propri sogni e ritrovare se stessi in una terra nuova, che per Giulietta sara’ la Germania.

silvia busuioc (2)

Tu nasci come ballerina, poi segui la carriera di modella ed arrivi in Italia dalla Moldavia. Quanto la danza è ancora importate e necessaria per te, nel tuo lavoro di attrice e perché hai deciso di fermarti nel nostro paese, cosa ti ha affascinato dell’Italia e degli italiani?

Più lavoro come attrice, più apprezzo le mie basi da ballerina. La danza è fondamentale non solo per benessere mentale, ma anche perché ti rende padrona del tuo corpo. Quando dobbiamo girare delle grandi scene con tanti attori e comparse, capisco che è come se fosse una coreografia tra noi attori, ma anche la parte tecnica, tutte le persone coinvolte in quel momento diventano parte di questa “coreografia”. Penso che qualsiasi attore può solo  migliorare facendo i corsi di danza ma anche canto, la musica e il ritmo sono fondamentali anche per la recitazione.

Mi sono innamorata dell’Italia lentamente, ma in modo sempre più forte, scoprendola poco alla volta. Qui ho iniziato a recitare in teatro, le mie prime esperienze televisive e cinematografiche, ho imparato tanto dalla cultura, storia e musica italiana, ma anche dallo spirito creativo e ospitale dei miei amici e colleghi italiani.

E’ un paese talmente ricco sia dal punto di vista culturale che naturale, ci sono tantissimi posti da esplorare.

Con la produzione di “Bella Germania” abbiamo girato tanto sia a Torino che Salento, e abbiamo visto dei posti meravigliosi, location straordinarie che ti possono far sognare. Luoghi e momenti che non si devono dare, mai, per scontati.

http://www.valeriagiuffrida.com

l'uomo di neve locandina
silvia busuioc (6)
silvia busuioc (5)
Silvia Busuioc in The Snowman film Still
silvia busuioc (4)
silvia busuioc (3)
silvia busuioc (2)
silvia busuioc (1)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *