I John Qualcosa pubblicano il loro primo album “Sopravvivere agli amanti”

JOHN QUALCOSA - AMBRAMARIE - Ph. Nicolò Puppo www.lesfemmesmagazine.it (1)

I John Qualcosa pubblicano il nuovo album “Sopravvivere agli amanti”. Per il duo formato da AmbraMarie e Raffaele D’Abrusco è l’album d’esordio, oggi finalmente disponibile sulle piattaforme di streaming e negli store digitali.

JOHN QUALCOSA - AMBRAMARIE - Ph. Nicolò Puppo www.lesfemmesmagazine.it (24)

Totalmente autoprodotto, il debut album dei John Qualcosa vanta la collaborazione di Filippo Cornaglia (Niccolò Fabi, Bianco, Andrea Laszlo De Simone) alla batteria e alle percussioni. “Sopravvivere agli amanti” – titolo che omaggia il film “Only Lovers Left Alive” di Jim Jarmusch – è un viaggio in cui le chitarre acustiche danzano con i delay, incontrano il pianoforte, il violino e i sintetizzatori, e insieme disegnano lo sfondo delle storie narrate dalla doppia voce.

JOHN QUALCOSA - AMBRAMARIE - Ph. Nicolò Puppo www.lesfemmesmagazine.it (25)

Un cantautorato influenzato dalle radici, ma anche da paesi lontani: le strade di Tangeri, come in un film di Jim Jarmusch, oppure le spiagge di Montauk, all’estremità di Long Island, sulle tracce di Joel e Clementine, i protagonisti di “Eternal Sunshine of the Spotless Mind” di Michel Gondry.

‹‹Avete presente quella sensazione di quando guardate una vostra fotografia e sentite di essere “usciti bene”? Che quello che vedete è esattamente quello che solo voi potete percepire nel profondo di voi stessi, ma che ora finalmente potranno vederlo anche gli altri? Ecco, “Sopravvivere agli amanti” per noi è esattamente questo: una fotografia da incorniciare per ricordarci di quell’istante in cui ci siamo sentiti “davvero noi”, in tutte le nostre sfumature››. John Qualcosa

JOHN QUALCOSA - AMBRAMARIE - Ph. Nicolò Puppo www.lesfemmesmagazine.it (3)

 ASCOLTA IL NUOVO ALBUM “SOPRAVVIVERE AGLI AMANTI”:

Spotify

Apple Music

Amazon digital

Google play

TRACKLIST

  1. Sopravvivere agli amanti
  2. 15 Million Merits
  3. Il ladro e la strega
  4. Sfacelo azzurro
  5. La mia Amsterdam
  6. Questioni irrisolte
  7. Una canzone quasi felice
  8. Un secolo di polvere
  9. Una canzone dei Doors

 Musiche e testi: John Qualcosa

Arrangiato e prodotto da: John Qualcosa, Mattia Degli Agosti e Alex Carnevali

Raffaele D’Abrusco: voce, chitarre, basso, pianoforte, ukulele, synth, violino

AmbraMarie: voce, percussioni

JOHN QUALCOSA - AMBRAMARIE - Ph. Nicolò Puppo www.lesfemmesmagazine.it (11)

Mattia Degli Agosti: batterie, percussioni e programmazioni

Batterie e percussioni registrate e prodotte da Filippo Cornaglia

Con la partecipazione di:

Filippo Cornaglia – batteria ne “La mia Amsterdam”

Michele Vanelli – chitarra elettrica in “Questioni irrisolte”

Registrato da Mattia Degli Agosti agli Illegal Studio (CR)

Mixato da Alex Carnevali ai Bounce Recording Studio (BO)

Masterizzato da Federico Pelle e Alex Carnevali ai Basement Studio (VI)

Booking: Molecole produzioni di Adolfo Ferrero

Fotografie: Nicolò Puppo

Graphic Design: Paolo Proserpio

JOHN QUALCOSA - AMBRAMARIE - Ph. Nicolò Puppo www.lesfemmesmagazine.it (17)

BIOGRAFIA

I John Qualcosa si formano nel 2011 ma rimangono nel loro guscio per un po’. Inizialmente il divertimento sta nello scrivere un pezzo, registrarlo con dei “mezzi di fortuna”, realizzare un videoclip e buttarlo in rete. Nient’altro, ma era già Qualcosa da cui partire.

Parallelamente ad altri progetti musicali, AmbraMarie e Raffaele D’Abrusco continuano negli anni a rifugiarsi nei John Qualcosa, aggiungendo ogni volta qualche ingrediente in più fino ad arrivare alla decisione di racchiudere tutto nel primo disco “Sopravvivere agli amanti”.

JOHN QUALCOSA - AMBRAMARIE - Ph. Nicolò Puppo www.lesfemmesmagazine.it (13)

Nel 2018 i John Qualcosa realizzano il loro primo tour, collezionando date nel nord e nel centro Italia, tra le quali figura il Collisioni Festival (Barolo) ad agosto 2019.

Ora è il momento di “Sopravvivere agli amanti”, l’album d’esordio in uscita il 15 aprile 2020. Il titolo è un omaggio a “Only lovers left alive” di Jim Jarmusch.

JOHN QUALCOSA

Facebook | Instagram | YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *