Genesis, la reunion di uno dei gruppi più amati della musica internazionale

genisis - www.lesfemmesmagazine.it (5)

E’ il 13 ottobre del 2007, i Genesis salgono sul palco dell’ Hollywood Bowl di Los Angeles ed è l’ultimo concerto della loro carriera iniziata 38 anni prima.

Da quel momento cala il silenzio sulle sorti della band.

genisis - www.lesfemmesmagazine.it (2)

Ieri mattina, finalmente il silenzio viene squarciato ed arriva la sorpresa che in molti attendevano da tempo. Phil Collins, Tony Banks e Mike Rutherford annunciano su BBC Radio 2, che in autunno suoneranno di nuovo insieme.

Dopo 13 anni di silenzio, uno dei gruppi più amati della musica mondiale, torna finalmente a suonare. I fans dei Genesis, agli stop, sono abituati. Anche nel 1998, al termine del “Calling all stations tour” i sopravvissuti Rutheford e Banks, avevano messo in stand-by il gruppo senza annunciare quando le attività sarebbero riprese.

Dopo l’abbandono di Phil Collins, avvenuto nel 1996, non era facile riprendere in mano la situazione. I due avevano sopperito con la presenza del bravissimo Ray Wilson, ma l’abbandono di, Peter Gabriel, Steve Hacktett e Phil Collins, seppur a distanza di anni, avevano lasciato il segno e i risultati in termine di vendite sia di dischi che di biglietti era inferiore alle aspettative. I numeri erano ben lontani dai successi ottenuti, virando, dopo l’abbandono di Peter Gabriel, dal prog verso un più semplice pop e non c’erano più i successi ottenuti con  Invisible touch (1986) e con We can’t dance (1991), album multi-milionari che li consacrano tra i più importanti gruppi del pianeta a livello di vendite.

Nel frattempo, Phil Collins ha creato una carriera solista di pari successo. Alla quale fa eco Mike Rutherford con i suoi Mechanics. Anche Banks ci prova, ma non ottiene il medesimo riscontro.

genisis - www.lesfemmesmagazine.it (3)

Nel 1996 arriva l’addio definitivo di Collins e questo determina la definitiva rottura della macchina Genesis. L’operazione “Calling all station” non da buoni frutti e quindi non resta che congelare il tutto ed aspettare tempi migliori.

Nel 2005 inizia a circolare la voce della reunion a 5. L’occasione sarebbe la riproposizione live di “The lamb lies down on Brodway”. Sfortunatamente l’accordo non arriva e così , Gabrile e Hackett tornano alle loro carriere, mentre Collins, Banks e Rutherford decidono di partire per un tour mondiale.

Nessun disco, ma il tour riscuote un grandissimo successo sino ad arrivare al Circo Massimo, a Roma, il 14 luglio 2007, dove i Genesis suonano davanti a 500 mila persone.

genisis - www.lesfemmesmagazine.it (1)

Questo è l’aspetto bello, ma dietro alla facciata tutta rosa e fiori, si nasconde un retro della medaglia per niente edificante. Collins è afflitto da persistenti dolori alla schiena che gli rendono estremamente difficoltoso il suo lavoro alla batteria.

Dopo la fine del tour per Collins inizia un periodo nero, complice anche il divorzio dalla svizzera Orianne Cevey.

Nel frattempo il gruppo ne risente e nessuno sa come andrà a finire. Arrivano una serie di ristampe e antologie, seguite da DVD e il 15 marzo del 2010 i Genesis vengono introdotti alla Rock and Roll All Fame. Nel 2014 sono protagonisti di un documentario della BBC: “Genesis: Together and Apart”.

Nel 2016, Collins, ritrova il sorriso grazie al suo ricongiungimento con la moglie Orianne Cevey. Ma un intervento chirurgico ad una vertebra gli fa perdere la sensibilità alle mani e lo costringe a smettere con la batteria. Nel 2017 arriva anche l’autobiografia di Collins, “Not dead yet” dove racconta la sua vita travagliata tra pubblico e privato.

Phil e Nicholas Collins
Phil e Nicholas Collins

Nonostante le svariate operazioni alla schiena, lo costringano a cantare seduto, Phil Collins e di nuovo live, dietro di lui il figlio Nicholas, che nel frattempo è diventato un valido batterista.

Il lunghissimo “Not dead yet tour” parte da Londra a giugno e si conclude a Las Vegas ad ottobre di 2 anni dopo. E’ un tour di grande successo che registra il tutto esaurito ovunque.

In alcune date, a sorpresa, lo raggiunge Rutherford, con il quale eseguono “Follow you follow me”.

Le prime voci della reunion arrivano a gennaio scorso. I tre sono al Madison Square Garden di New York per la partita di NBA dei New York Knicks. In molti si chiedono cosa stia succedendo.

genisis - www.lesfemmesmagazine.it (1)

La risposta è arrivata solo ieri, con l’annuncio di una nuova serie di concerti inglesi, tra novembre e dicembre. Ad affiancare i Genesis ci saranno Nicholas Collins alla batteria e Daryl Stuermer alla chitarra. Speriamo che il tour arrivi anche in Italia.

Intanto vi lascio tutte le date del tour:

16 novembre 2020 – 3 Arena, Dublino

19 novembre 2020 – SSE Arena, Belfast

23 novembre 2020 – M&S Bank Arena, Liverpool

26 novembre 2020 – First Direct Arena, Leeds

29 novembre 2020 – The O2, Londra

30 novembre 2020 – The O2, Londra

02 dicembre 2020 – Manchester Arena, Manchester

05 dicembre 2020 – Birmingham Arena, Birmingham

08 dicembre 2020 – SSE Hydro Arena – Glasgow

11 dicembre 2020 – 3 Utilita Arena, Newcastle

Valeria C. Giuffrida (www.valeriagiuffrida.com)  per www.lesfemmesmagazine.it

Tutti i diritti sono riservati. E’ vietata qualsiasi forma di riproduzione non autorizzata.

Foto dal web

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *