Daniele Silvestri live a Taormina e Palermo in due concerti entusiasmanti

daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (2)

daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (5)CONCERTO DI TAORMINA – RECENSIONE CLARISSA DIAMANTE 

Venerdì 25 Agosto 2017, ancora Taormina e la cornice suggestiva  del Teatro Antico, una meta ormai consueta per tantissimi artisti del nostro panorama musicale. E’ una sera dolce , l’aria quasi palpabile per l’umidità, ma resta sempre un luogo magico che ti fa sentire così elettrica da pensare che tutto può succedere.

Sono quasi le 22, il pubblico è  già  pronto  da tempo sotto il palco e finalmente arriva lui : Daniele Silvestri con il suo concerto, accompagnato dai suoi musici come affettuosamente li chiama lui.

Piero Monterisi  ( batteria), Gianluca Misiti e Duilio Galioto ( tastiere), Sebastiano De Gennaro (percussioni), Daniele Fiaschi (chitarre ), Gabriele Lazzarotti (basso) , Daniele Fiaschi (chitarre) e  Marco Santoro (fagotto e tromba).

Ci sono amori che non finiscono mai e il concerto di Daniele inizia cullandoci dolcemente, in momenti pieni di nostalgia, ti guardi attorno e vedi sguardi d’ amore fra le tante coppie.

Ma c’è  anche la voglia di divertirsi e far divertire, i toni salgono notevolmente con i musicisti in forma pazzesca, il pubblico si scatena in quei ritmi anni settanta, contenuti in canzoni come ” Gino e l’Alfetta” “Manifesto” “Amore mio “o la “Paranza ” accompagnata da boati di entusiasmo. Il concerto come si deve ad un gran  live dal vivo gioca sulle tante passioni dell’artista, e i suoi successi ci sono tutti , chicche incluse. Non poteva mancare ” La Mia Casa” , un brano che non è  altro se non una dichiarazione d’amore nei confronti di Roma e dei suoi abitanti. In ogni concerto di Daniele come sempre ci sono tutte le sue anime, tutti i suoi pensieri e le sue evoluzioni e rapisce i presenti  con un momento  bello, intenso, pieno di sorrisi e ricordi che impreziosiscono l’esibizione.

daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (6)

Il palco si veste di flamenco con Piero Monterosi che passa dalla batteria e si lancia in urla belluine da cantore de Flamenco.

Tuttavia non si può  essere sempre allegri, a volte bisogna ritrovare un po’ d’ intimità…..ecco dunque al piano ” Il secondo da sinistra” che regala i momenti più  toccanti della serata , disegnando nell’ aria la vera essenza dell’ artista che l’ha accompagnato  sin da quando ha imparato a suonare.

E’ la speranza un giorno di essere smentiti all’esplodere di un bacio , è la paura di non essere capiti per un gesto esagerato. No non si può  andare via senza aspettarlo all’ uscita , per quell’abbraccio che con la sua immensa disponibilità ogni volta regala ai suoi fan.

daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (4)

CONCERTO PALERMO – RECENSIONE MARGHERITA MAZZOLA

Il  cantautore Daniele Silvestri ha scelto Palermo come ultima data del suo tour estivo che lo ha portato a suonare in strutture teatrali all’aperto con un enorme valore storico ed architettonico, quali il Teatro di Verdura di Palermo, situato all’interno di una villa ottocentesca presso il Parco della Favorita di Palermo e sede estiva delle rappresentazioni teatrali del noto Teatro Massimo. Ad accompagnare Silvestri sul palco troviamo Piero Monterisi alla batteria, Gianluca Misiti e Duilio Galioto alle tastiere, Gabriele Lazzarotti al basso, Sebastiano De Gennaro con percussioni e vibrafono, Daniele Fiaschi alle chitarre e  Marco Santoro con fagotto e tromba.daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (8)

Il tour contiene molti pezzi dell’album “Acrobati”,  pubblicato il 26 febbraio 2016 dalla Sony Music e definito dallo stesso Silvestri come un album “più poetico che politico, atto a raccontare storie che portassero l’ascoltatore il più possibile altrove”, ma non mancano pezzi storici di album precedenti quali “le cose che abbiamo in comune”, “la paranza”, “salirò” e “Gino e l’alfetta”. Il tutto intrattiene lo spettatore per quasi 3 ore senza mai annoiarlo e portandolo canzone per canzone nel mondo di Daniele, un mondo fatto di pezzi melodici e delicati ma anche di pezzi allegri dal contenuto forte, come ad esempio “l’appello”, omaggio del cantautore alla storia di Paolo Borsellino. Per l’occasione nella tappa di Palermo salgono sul palco i rappresentanti del movimento “Agende Rosse”, guidati dal fratello del giudice scomparso, Salvatore Borsellino. Altro momento importante nella tappa palermitana è l’esecuzione del brano “Fenomeno” insieme al giovane palermitano Davide “Shorty”, terzo classificato della squadra di Elio nella nona edizione di X Factor.

 

daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (9)

 

RECENSIONE CONCERTI  – VALERIA C. GIUFFRIDA

Era il 1999 e a Sanremo, tra i partecipanti c’era un tal Daniele Silvestri, ovviamente non era uno sconosciuto e ovviamente sapevo già chi fosse, ma sempre per quello che per me è un motto di vita, le rette parallele camminano e non si incontrano, sino a quando il destino non vuole che si incontrino.

Anche le cerniere sono due rette parallele che non si dovrebbero incontrare, eppure, un cursore poi le fa diventare una cosa sola.

Il cursore in quell’occasione si chiamava “Aria”.

No, non quella che si respira, ma bensì il brano cantato da Daniele Silvestri, che arrivò nono, ma che portò a casa il premio Mia Martini.

Rimasi ad ascoltare quella che ancora oggi, per me, è una delle poesie più belle che siano mai state scritte e da quel 1999 penso se lui, scrivendola, abbia mai pensato che stava, in un certo qual modo, raccontando non solo la carcerazione fisica, la detenzione vera, ma anche quella della mente, del corpo, quella che magari subiamo in modo inconscio o conscio, dipende dai casi, nel posto di lavoro, in famiglia o in qualsiasi altro posto.

Non ho mai avuto modo di chiederglielo, ma ogni volta che lui la canta, in me nasce lo stesso medesimo pensiero, così è accaduto a Palermo giorno 26 quando al Teatro di Verdura, in uno dei suoi lunghissimi bis, l’ha riproposta.

Da quel Sanremo, ogni volta che Daniele Silvestri, è stato in Sicilia non sono mai mancata, al primo live, ho pensato che magari mi avrebbe delusa, come spesso accade, che tolti i singoli non rimane più niente.

daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (3)

Invece eccomi qui, nel 2017, a entusiasmarmi esattamente come al primo concerto, anzi no di più. A fare alla mia “tenerissima età” l’adolescente impazzita ed a tornare a casa senza voce, a dire “chi se ne frega se per 2 giorni sarò afona”, a ritrovarmi sotto palco mentre lui canta “Monetine” e a non sapere se cantare o fotografare e in realtà fai entrambe le cose, con tutti i pro e i contro del caso.

Ecco se devo riassumere i due concerti visti a Taormina e Palermo, penso alla gioia.

Ogni volta mi chiedo se si renda conto di quanto renda felici le persone e non parlo di me, ma di quello che vedo attorno a me.

Vedo gente sorridente, vedo gente che canta a squarciagola e poi guardo lui e vedo la stessa identica cosa, sembra quasi che lui e il suo pubblico si specchino, uno dentro l’altro, occhi dentro gli occhi, sorrisi dentro sorrisi, poesia dentro poesia.

Non so se ne sia consapevole, ma mi auguro di si.

Riuscire a portare gioia alle persone penso che sia la cosa più bella che si possa fare e se hai questo dono, devi rendertene conto.

Alcuni anni fa gli ho messo un soprannome proprio in virtù di questo, di questa gioia che vedo in lui e nel suo pubblico.

Alcuni anni fa è diventato Mr. Sorriso e chiedo venia se non sarà di suo gradimento, però secondo me lo veste benissimo.

Poi come si dice, la visione è personale e tale rimane, ma da quello che constato in giro, mi sa che poi così personale non è.

 

Le foto dell’articolo sono di Valeria C. Giuffrida

http://www.valeriagiuffrida.com

la riproduzione è vietata

daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (1)
daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (4)
daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (3)
daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (5)
daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (2)
Daniele Silvestri e Davide Shorty
Daniele Silvestri e Davide Shorty
daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (6)
daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (8)
daniele silvestri - ph. valeria c. giuffrida - 2017 (9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *