Dalla trascrizione di un sogno, nasce il nuovo singolo di Gibilrossa “Accettando Tutto”

gibilrossa - ph. Valentina Pomiero e Giorgio Minasola - www.lesfemmesmagazine.it (1)

Dalla trascrizione di un sogno è uscito il terzo singolo di Gibilrossa: “Accettando Tutto”

Il brano inizia con un respiro profondo, ad emulare il risveglio da un sogno travolgente, al quale si unisce subito il fingerpicking alla chitarra acustica e la voce narrante.

ph. Ilaria Lo Mauro
ph. Ilaria Lo Mauro

 

Col passare dei secondi le voci aumentano come fossero diversi ricordi tornati dalla veglia, in un escalation di falsetti e cori che avvolgono l’ascoltatore in una dimensione onirico/psichedelica accompagnandolo verso un finale che vuole essere il nuovo inizio prefigurato nel sonno.

Il singolo è anticipato da “intermezzo|colapesce”, brano strumentale che si evolve tra marimba e voci; ci si trova a Gibilrossa, in un risveglio immersi tra il canto degli uccelli ed il suono delle onde di quel sogno in riva al mare.

ph. Valentina Pomiero
ph. Valentina Pomiero

Appena sveglio, come se fossi stato sott’acqua in apnea per tutta la notte, prendi un respiro.

Carta e penna sono lì, appoggiati sul comodino pronti per analizzare ciò che è successo nella veglia, il messaggio che il tuo inconscio ti ha mandato. Ricordi il mare ed il viaggio circolare che ti ha portato ad una nuova storia, che vuole essere vissuta accettandone tutte le conseguenze. Intorno a te la montagna ed il canto degli uccelli di prima mattina che scandiscono il ritmo di un sogno travolgente conclusosi con la perfezione di una figura femminile,

ed una domanda che nella confusione delle immagini si ripete:

sarà un frammento ed un momento, o un quadro ed un eterno?

ph. Viviana Valenza
ph. Viviana Valenza

Prodotto da Fabio Rizzo (già al lavoro con Eugenio In Via Di Gioia, Dimartino, Alessio Bondì) presso lo studio Indigo di Palermo, Accettando Tutto, in uscita il 15 Gennaio, è il terzo singolo dell’artista palermitano GIBILROSSA di stanza a Torino.

Nata dalla trascrizione di un sogno, ACCETTANDO TUTTO è una canzone che parla di nuovi inizi, della fine di un ciclo e della volontà di ricominciare

ph. Valentina Pomiero
ph. Valentina Pomiero

 

ACCETTANDO TUTTO

“Pedalando, correvo e scappavo da qualcosa

Lungo lunghe interminabili autostrade di vita

Attraversando tutto.

Pedalando, correvo e andavo verso qualcosa

Contro il tempo e lo spazio

Pedalavo e cantavo.

 Nella più bella ed emozionante delle discese,

Il vuoto d’aria più grande prima dell’acqua,

Il mare infinito mi avvolge ma io con forza pedalo.

E più pedalo più trovo la forza,

E più canto più trovo la voce.

Ora e adesso, il passato immodificabile non esiste.

Ora sono io che vado nel tunnel marino della mia vita.

Scappando e andando

Dal e verso un nuovo.

 Ed in fondo una lei appare.

Chissà se un piccolo frammento, ed un momento.

Chissà se un quadro, o un eterno.

La perfezione ai miei occhi

Che non conosce difetti e tormenti.

Che vede solo cerchi giganti

In cui tuffarsi e perdersi,

Nuovamente,

Completamente,

Consapevolmente.

Accettando tutto”

BIOGRAFIA

Gibilrossa è il nome che il cantautore Giorgio Minasola utilizza per firmare le sue canzoni dal sapore intimo indie-folk. Un’idea romantica, ed un luogo lontano dal mondo dove si respira calma e leggerezza.

Gibilrossa è anche la sua piccola casa tra le montagne di Palermo, una base creativa dove scrive e registra la maggior parte delle sue idee.

Gibilrossa è una storia del mare nata tra le montagne di Palermo durante i mesi di lockdown.

A caratterizzare il sound di Gibilrossa sono l’unione della sperimentazione fingerstyle alla chitarra acustica, ad un cantato calmo e intimo, a tratti quasi sussurrato.

L’intimità della sua voce unita ad un raffinato fingerpicking creano una singolare visione artistica, inedita per il mercato italiano, che strizza l’occhio al songwriting anglosassone riuscendo al contempo a mantenere l’utilizzo della lingua italiana nella sua complessità

Nel 2019 viene selezionato da Glocal Sound – Giovane Musica d’Autore per esibirsi all’interno del Reset Festival di Torino. Qui entra in contatto con il produttore Fabio Rizzo (già Eugenio In Via Di Gioia, Dimartino, Alessio Bondì) che curerà le registrazione e la produzione artistica del primo album in uscita nell’autunno 2020.

Ad inizio 2020 inizia la produzione dell’album tra la sua casa a Gibilrossa e lo studio Indigo di Palermo, gestito dallo stesso Fabio Rizzo. A causa del lockdown rimane però bloccato a Gibilrossa, in mezzo alle montagne, in una casa priva di qualsiasi tecnologia o comfort moderno, con le sole canzoni a cui lavorare. E’ in questa situazione di surreale calma e solitudine che prende forma l’album.

Sembrerebbe il racconto di Bon Iver al lavoro su For Emma, forever ago, ma qui il cantato è in italiano e ci troviamo a Gibilrossa, nell’entroterra siciliano, piuttosto che nel Wisconsin.

“Gibilrossa è la mia base creativa,

una casa insediata tra le montagne di Palermo.

Gibilrossa è per me un’idea romantica,

un luogo dove si respira calma e leggerezza.”

ph. Giorgio Minasola
ph. Giorgio Minasola

“Ho deciso di utilizzare il nome Gibilrossa perché sono molto legato a questo posto.

Qui ho cominciato a sperimentare la mia voce,

a buttare giù le prime canzoni,

e dopo tanti anni di scrittura

qui ho avuto la possibilità di fare una sintesi”

Instagram: https://www.instagram.com/__gibilrossa.from/

Facebook: https://www.facebook.com/Gibilrossa/

Website: https://gibilrossa.com/

Email: giorgio@gibilrossa.com

Le foto di questo articolo sono state fornite da Gibilrossa su licenza delle fotografe Ilaria Lo Mauro – Valentina Pomiero – Viviana Valenza.

La foto di copertina del singolo è di Giorgio Minasola 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *