Buon Compleanno Mina!

MINA - www.lesfemmesmagazine.it (3)

Oggi 25 marzo, Mina, la voce più bella, compie 80 anni. E francamente stride un po’ dare un’età a chi nelle nostre orecchie e nelle nostre vite, in realtà età non ne ha.

Anna Maria Mazzini, conosciuta nel globo semplicemente come Mina, nasce il 25 marzo 1940 a Busto Arsizio(VA). Alcuni mesi dopo la sua nascita, la famiglia si trasferisce a Cremona, città in cui la cantante risiede fino ai primi anni di carriera e che le farà guadagnare, in seguito, il soprannome di “Tigre di Cremona”.MINA - www.lesfemmesmagazine.it (13)

 

La prima esibizione della grande cantante è datata 1958 quando, sul palco della Bussola di Marina di Pietrasanta, canta “Un’anima pura”.

Il resto della gavetta è  simile a quella di tanti altri artisti: serate nei locali, partecipazioni in complessini vari, eccetera.

Proprio in una delle tante serate in un locale di Castel Didone, Mina incontra David Matalon, discografico della Italdisc-Broadway. Il produttore, intuite le potenzialità della cantante, decide di arruolarla nella sua scuderia e le fa subito incidere quattro brani: due in inglese e con lo pseudonimo Baby Gate (“Be Bop A Lula” e “When”), e due in italiano con il nome di Mina (“Non Partir” e “Malatia”).

MINA - www.lesfemmesmagazine.it (11)

Il debutto televisivo avviene un anno dopo, al “Musichiere” di Mario Riva, cantando “Nessuno” che era stata portata a Sanremo da Wilma De Angelis. A questa esibizione fa seguito una sua partecipazione a “Lascia o raddoppia” con il gruppo de “I solitari”.

Il quiz di Mike Bongiorno che tiene incollata al televisore l’intera Italia decreta il boom della Signora Mazzini.

Seguono le partecipazioni a Canzonissima, condotta dal trio Manfredi, Scala e Panelli.

Quando nel 1960 canta per la prima volta “Il cielo in una stanza” di Gino Paoli, anche coloro che l’avevano snobbata come urlatrice, si convertono alla voce di Mina e il 45 diventa il più venduto dell’anno.

MINA - www.lesfemmesmagazine.it (2)

Nello stesso anno partecipa al Festival di Sanremo col brano “Non sei felice” e l’anno dopo con “Io amo tu ami” e “Le mille bolle blu”, non sono partecipazioni felici e allora la Tigre decide di non intervenire mai più alla gara canora

In compenso il 1961 la vede protagonista di “Studio Uno”, la popolare trasmissione televisiva. La Rai l’accoglie a braccia aperte ed è la stella di un cast prestigioso costituito dalle Gemelle Kessler, Don Lurio e il Quartetto Cetra.

La favola prosegue con altre partecipazioni agli show di Antonello Falqui.

MINA - www.lesfemmesmagazine.it (1)

Mina diventa una moderna showgirl ed il pubblico la ama. Rimangono indimenticabili alcuni duetti con grandi star come Totò e Alberto Sordi.

MINA - www.lesfemmesmagazine.it (1)

La fama di Mina varca in confini nazionali e lei vola in Giappone, Germani, Spagna e Australia.

Festeggerà il decennale della sua carriera con 15 puntante di Canzonissima insieme a Walter Chiari, la cui sigla era la struggente “Vorrei che fosse amore”.

Ormai è un personaggio amatissimo e anche la sua vita privata viene pubblicata su tutti i giornali.

Nell’estate del 1962, Mina conosce l’affascinante Corrado Pani, attore molto amato dal pubblico.

I due si innamorano, ma lui è ancora sposato con la collega Renata Monteduro, anche se in realtà erano già separati, ma in Italia non esisteva il divorzio.

La cantante diventa una “peccatrice” e la situazione si inasprisce quando si scopre che è incinta.

La Rai l’allontanerà per mesi. Nel frattempo il 18 aprile del 1963 nasce il figlio Massimiliano.

MINA - www.lesfemmesmagazine.it (4)

Nel 1965 la vita di Mina è segnata dal dolore per la perdita del fratello Alfredo in un fatale incidente stradale.

Due anni dopo quando la storia con Pani va in crisi, Mina va a convivere col compositore Augusto Martelli e il loro sarà un sodalizio non solo sentimentale, ma anche professionale.

Ma la vita amorosa della diva subisce un altro cambiamento.

MINA - www.lesfemmesmagazine.it (8)

Nel 1970 il giornalista Virgilio Crocco va a salutarla in camerino dopo un concerto a Terni. E’ colpo di fulmine. I due si sposano sul lago di Bracciano il 25 febbraio. Dalla loro unione nasce l’11 novembre del 1971, Benedetta, ma il matrimonio naufraga in fretta.

Il quarto compagno di Mina è il discografico Alfredo Cerrutti, componente del gruppo degli Squallor. Non durerà molto perché sul finire degli anni 70, Mina inizierà una relazione col cardiochirurgo Eugenio Quaini, finalmente è arrivato “L’uomo per lei”.

MINA - www.lesfemmesmagazine.it (6)

I due si sposano a Lugano, lontano da tutti  il 10 gennaio 2006, per suggellare un amore che dura tuttora.

Nel 1974 conduce con Raffaella Carrà, “Milleluci”, la cui sigla finale è la famigerata “Non gioco più”.

MINA - www.lesfemmesmagazine.it (12)

L’ultima sua apparizione televisiva è del 1978. Nello stesso anno il 24 giugno la cantante torna ad esibirsi in Versilia, nel famoso locale “Bussoladomani”.

Viene introdotta ogni sera da comici diversi da Grillo a Troisi, passando per Bramieri.

Le serate dovevano durare tutta l’estate sino a settembre, ma la sera del 23 agosto, invece, si terrà l’ultimo concerto, che grazie ad una registrazione diventerà uno dei dischi più belli: “Mina live 1978”.

Mina da tanti anni vive a Lugano. Non l’abbiamo più vista a parte un’apparizione online che risale al 2001, che fece 50 milioni di contatti.

minafossati - www.lesfemmesmagazine.it

Ma anche se non la vediamo, lei c’è sempre e ci regala sempre delle perle meravigliose. L’ultima è “Mina Fossati”. Un progetto in cui Mina è ancora una volta la Tigre di Cremona, camaleontica e rivoluzionaria.

Buon compleanno Mina….Auguri!!!!

www.valeriagiuffrida.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *