Barbie: la nascita di un mito senza età.

barbie - www.lesfemmesmagazine.it

Il 9 marzo del 1959 nasceva la prima Barbie. Alzi la mano chi non ha mai giocato con una delle tante versioni della famosa bambola.

barbie anni 60 - www.lesfemmesmagazine.it

Ma da dove nasce la Barbie? Nel 1936 Ruth Mosko, appena finito il liceo, si trasferì a Los Angeles. Qui, nel 1945, nel garage in cui il suo fidanzato Elliot Handler ed il suo amico Harold Mattson lavoravano insieme e producevano manufatti in legno, venne fondata la Mattel, una società destinata a diventare un colosso del mondo dei giocattoli. “Mattel” deriva appunto dalla fusione dei nomi “Mattson” ed “Elliot”.

Barbie anni 70 - www.lesfemmesmagazine

Un giorno Ruth, notò che sua figlia, preferiva giocare con le immagini ritagliate dalle riviste, di attrici famose, piuttosto che con le sue bambole. A quel punto intuii che all’epoca le bambole avevano un corpo da bambina, in modo che fossero le giuste figlie delle bimbe.

Ruth, però, iniziò ad immaginare una bambola adulta con cui sua figli avrebbe potuto giocare a fare la grande.

Barbie anni 80
Barbie anni 80

Nel 1956 durante un viaggio in Svizzera, Ruth vide in un negozio la bambola “Bild Lilli”, nata da un personaggio dei fumetti di Reinhard Beuthin.

La “Bild Lilli” si avvicinava molto all’idea di Ruth per una bambola adulta, così decise di rielaborarla e metterla in produzione.

Gli Handler, in America, acquistarono il brevetto con relativi diritti. A quel punto smontarono le bambole comprate in Svizzera e le analizzarono per migliorarne l’aspetto.

barbie - www.lesfemmesmagazine.it

Per risolvere tutte le difficoltà inerenti la lavorazione del vinile in stampi, fecero molti viaggi in Giappone, dove le industrie specializzate garantivano la migliore qualità a costi accettabili.

Il 9 marzo del 1959 nacque Barbie, così chiamata in onore della figlia di Ruth.

barbie 2000 - www.lesfemmesmagazine.it

La bambola fece il suo debutto ufficiale alla fiera del giocattolo di New York.

I compratori, all’inizio non parvero entusiasti della novità, probabilmente turbati dal corpo d’adulta della bambola. In seguito però la bambola ottenne un grande successo, tanto che solo nel 1959 ne vennero vendute 351.000 pezzi al prezzo di 3 dollari l’una.

La prima versione era vestita con un costume da bagno a righe, ma in seguito, come ci racconta la storia le venne fornito un guardaroba ispirato a quello delle star del periodo.

Col tempo, infatti, la Barbie è molto cambiata. Trucco, vestiti, case, auto tutto è stato modificato in base alle mode del momento.

Nel 1976, in occasione del bicentenario dell’Indipendenza U.S.A., Barbie fu messa, insieme ad altri oggetti simbolo, in una capsula del tempo destinata ad essere aperta nel 2076.

Fonte video profilo FB – La Repubblica

Nasce la Barbie

13 febbraio 1959 viene lanciata all’American International Toy Fair di New York una nuova bambola, la Barbie. Ruth Handler, moglie di Elliot Handler, co-fondatore della casa di giocattoli Mattel, ha l'idea guardando sua figlia Barbara giocare con bambole di carta #AccaddeOggi

Pubblicato da la Repubblica su Mercoledì 12 febbraio 2020

www.valeriagiuffrida.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *